Papa Francesco

San Giuseppe, mentre tu dormi lui sistema tutti i problemi

Papa Francesco San Giuseppe dormiente

«Vorrei anche dirvi una cosa molto personale. Io amo molto san Giuseppe, perché è un uomo forte e silenzioso. Sul mio tavolo ho un’immagine di san Giuseppe che dorme. E mentre dorme si prende cura della Chiesa! Sì! Può farlo, lo sappiamo. E quando ho un problema, una difficoltà, io scrivo un foglietto e lo metto sotto san Giuseppe, perché lo sogni! Questo gesto significa: prega per questo problema!». Con queste parole, il pomeriggio del 16 gennaio 2015, Francesco, di fronte alle famiglie riunite nel «Mall of Asia Arena» di Manila, ha parlato della sua devozione a san Giuseppe. E di quella statua del santo dormiente che si trova in un cassettone a fianco della piccola scrivania, nel suo studio della Casa Santa Marta, dove Papa Bergoglio ha deciso di abitare dopo la sua elezione.

Prima ancora che Francesco ne parlasse pubblicamente, la sua devozione a san Giuseppe e la sua abitudine di affidargli, sotto forma di biglietti, problemi, intenzioni, richieste di grazie, era già conosciuta. Un vescovo latinoamericano, che aveva fatto visita al Papa, aveva fotografato la statua di san Giuseppe dormiente nello studio di Francesco. Questa devozione accompagna da molto tempo il Papa. Una vecchia statuina di san Giuseppe dormiente Bergoglio ce l’aveva anche nella stanza occupata per diciotto anni al Collegio Maximo di San Miguel, dov’è stato rettore e dove ha abitato anche da provinciale dei gesuiti.

Non è facile reperire la statua di san Giuseppe dormiente, un culto sviluppato specialmente nelle Filippine. Ora è disponibile anche in Italia, nel negozio «Betlemme» di Roma (via della Giustiniana 249 a Prima Porta) e può essere ordinata anche telefonicamente.

Misura 33 centimetri, stata realizzata da un artista napoletano, è dipinta a mano e il ricavato della vendita, per volontà della titolare del negozio, Margherita Caruso Coletta, servirà a finanziare un orfanotrofio in Burkina Faso promosso dall’associazione «Giuseppe e Margherita Coletta».
di Andrea Tornielli (Fonte vaticaninsider.lastampa.it)

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina, indispensabili purtroppo per il mantenimento del sito, sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso vi chiediamo di segnalare tempestivamente eventuali pubblicità non conformi al messaggio della nostra realtà con una mail, e se accadesse ci scusiamo con i lettori anche se non dipende dalla nostra volontà.

Redazione Raggi di Luce

Testata di informazione cattolica, ogni giorno pubblichiamo testimonianze di fede, miracoli, guarigioni inspiegabili e approfondimenti sulle apparizioni di Medjugorje, Lourdes, Fatima... ci impegnamo in maniera concreta a portare un raggio di luce nel cuore delle persone.