Padre Amorth

Padre Amorth: Santa Rita fa tremare i demoni

Testimonianza di Padre Amorth

L’anno scorso intorno alle 11.15, come tutti i venerdì si era all’ultimo esorcismo degli Esorcismi “forti” celebrati da Padre Amorth in una Chiesa del centro di Roma, S. una ragazza sulla trentina della Sardegna che veniva regolarmente a Roma per farsi esorcizzare, visto che dove risiede non ci sono esorcisti.

Santa Rita da Cascia

Santa Rita da Cascia

Già dai primi esorcismi della giornata abbiamo notato una certa inquietudine degli ammalati e poi l’esplosione quando si arrivava ad invocare l’intercessione di Santa Rita di cui il 22 maggio ricorre la Festa: affinchè presa a compassione delle afflizioni delle persone intercedesse per loro presso il Signore. Eravamo alla fine della Preghiera e Padre Amorth stava dicendo il “Praecipio”: la parte dell’esorcismo più forte che comprende l’interrogatorio al Demonio e secondo l’insegnamento di Padre Candido Amantini da recitare alla fine dell’Esorcismo e non all’inizio come prescrive il Rituale Romanum perchè il Demonio più indebolito dall’Esorcismo fa meno resistenza all’imposizione fatta in nome della Chiesa dal solo Sacerdote Esorcista a rivelare le cose che serviranno alla liberazione, (nome, causa del disturbo, data d’entrata e d’uscita etc.. mai domande curiose o personali che il Rituale, l’esperienza, la prudenza e la Chiesa vietano espressamente.)
Ecco, arrivati alle parole “diem et horam exitus tui” non avendo voluto parlare per tutto l’interrogatorio l’Esorcista come al solito comincia le imposizioni che insieme a lui tutti ripetiamo: “Nel nome di Cristo vattene! Per Intercessione dell’Immacolata vattene! Per intercessione di P. Pio vattene! Per intercessione di P. Candido vattene!
Padre Amorth

Padre Amorth

Per Intercessione di Giovanni Paolo II vattene! (e qui di solito aggiungiamo una invocazione al Santo a cui la persona è particolarmente devota o di cui ricorre la festa). Per Intercessione di Santa Rita vattene! “. Non arriviamo a dirlo tre volte come le altre che il Demonio, fino ad allora abbastanza tranquillo a parte un po di urla e sputi, esplode con tutta la sua violenza. La avevamo in poltrona, ritenuta come caso leggero, infatti quelli pesanti li si facevano in lettino; comincia ad urlare e a picchiare e se non la reggevamo in 7 avrebbe stritolato Padre Amorth e noi, se il Signore non glielo avesse impedito, poi sbraitando dice: “è Lei che ha ottenuto la data della liberazione, è Lei che intercede, mi tormenta basta!” Poi ha risposto a tutte le domande che il Padre gli poneva.
La cosa più bella è che la persona, al risveglio ha detto che ha visto Santa Rita, durante l’Esorcismo, che la confortava aiutandola a pregare ed assicurandole la Sua Protezione ed Intercessione dicendole che il Signore presto verrà a liberarla!

Preghiamo dunque Santa Rita ed invochiamo la Sua potente intercessione!

Recita il Rosario a Santa Rita da Cascia

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina, indispensabili purtroppo per il mantenimento del sito, sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso vi chiediamo di segnalare tempestivamente eventuali pubblicità non conformi al messaggio della nostra realtà con una mail, e se accadesse ci scusiamo con i lettori anche se non dipende dalla nostra volontà.

Redazione Raggi di Luce

Testata di informazione cattolica, ogni giorno pubblichiamo testimonianze di fede, miracoli, guarigioni inspiegabili e approfondimenti sulle apparizioni di Medjugorje, Lourdes, Fatima... ci impegnamo in maniera concreta a portare un raggio di luce nel cuore delle persone.